Intervento di fecondazione in vitro eterologa a Bologna


Per la prima volta in Italia un intervento di fecondazione in vitro eterologa maschile. A Bologna utilizzato il seme di un donatore italiano.

Grande soddisfazione è stata espressa dallo staff dei Centri Medici GynePro per aver eseguito la prima fecondazione in vitro eterologa maschile. Infatti, nei giorni scorsi, presso l’Unità di Medicina della Riproduzione dei Centro GynePro di Bologna è stata portata a termine una inseminazione intracitoplasmatica di ovociti (ICSI) con seme di donatore italiano. Si tratta della prima di tali procedure svolta in Italia dopo la Sentenza 162/2014 della Corte Costituzionale che ha liberalizzato l’uso della procreazione medicalmente eseguita (PMA) eterologa (cioè con seme od ovociti ottenuti da soggetti esterni alla coppia affetta da sterilità). A differenza dei trattamenti fino ad ora eseguiti in altri Centri che sono consistiti in tecniche di inseminazione intrauterina (PMA di primo livello) con seme di donatori stranieri importati dall’estero, per questa coppia seguita da GynePro si è invece trattato di una fertilizzazione in vitro (PMA di secondo livello); inoltre, il seme utilizzato è stato ottenuto da un donatore italiano, accuratamente selezionato, che lo aveva recentemente depositato presso la banca del seme dei Centri Medici GynePro (non quindi importato dall’estero), secondo i dettami delle Linee Guida della Regione Emilia Romagna approvate l’11 Settembre 2014 (Delibera 1487). La tecnica ha avuto successo e sono stati ottenuti embrioni di ottima qualità.

I Centri Medici GynePro (www.gynepro.it) hanno la loro sede centrale a Bologna, sedi periferiche in varie Regioni Italiane (tra cui Verona in Veneto) e si occupano della salute riproduttiva della coppia particolarmente nei settori della sterilità e procreazione medicalmente assistita, della diagnosi prenatale per lo studio della salute del nascituro, della ginecologia, urologia, andrologia ed endocrinologia della riproduzione. Migliaia di pazienti e coppie accedono alle sedi GynePro ogni anno per procedure diagnostiche e terapeutiche d’avanguardia.

“La piena applicazione dei dettami della Sentenza della Corte Costituzionale - ha dichiarato il Prof. Marco Filicori Direttore dei Centri Medici GynePro - è un importante passo avanti per le coppie italiane affette da problemi di fertilità, non passibili di terapia con le tecniche di fecondazione assistita tradizionali, che non dovranno più alimentare il cosiddetto “turismo riproduttivo “che le obbligava ad impegnative e costose trasferte all’estero presso centri non sempre in linea con le indicazioni scientifico-sanitarie dettate nei Paesi della Comunità Europea”.

Scarica il PDF


Novità in campo di Fecondazione Assistita Eterologa

In data 18 Giugno 2014 è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale la Sentenza 162/2014 della Corte Costituzionale che altera profondamente la Legge 40/2004, rendendo possibili le tecniche di procreazione medicalmente assistita (PMA) con l'uso di gameti (ovociti e spermatozoi) non appartenenti ai membri della coppia affetta da sterilità.

E' quindi già da oggi possibile applicare queste tecniche anche in Italia. Il quadro normativo recepito dalle direttive europee fin dal 2007 consente di effettuare i trattamenti con i più elevati standard qualitativi e la massima tutela per le coppie che in tal modo non saranno più costrette a viaggi della speranza in altre nazioni.

Questo è un momento storico per il nostro Paese e con entusiasmo siamo lieti di annunciare l'apertura del nostro programma di PMA eterologa. E' quindi ora possibile trattare in maniera efficace gravi ed irreversibili patologie riproduttive quali la menopausa precoce nella donna e l'azoospermia nell'uomo.

E' tuttavia importante ricordare che, per rendere questa Sentenza pienamente operativa, è essenziale l’apporto di uomini e donne motivati a donare gratuitamente e in maniera anonima i loro gameti (ovociti o spermatozoi). Questo permetterà di costituire banche di gameti a cui attingere per risolvere problematiche di sterilità assoluta che non siano curabili con i trattamenti tradizionali, basati sull’uso di gameti omologhi (provenienti dai membri della coppia infertile).

La donazione di gameti rappresenta un sostanziale atto di altruismo e sensibilità nei confronti di coppie meno fortunate per le quali costituisce l'unica speranza di coronare il sogno di avere un bambino.
Il programma di donazione e conservazione delle cellule riproduttive presso GynePro è già attivo; chiunque fosse interessato può chiamare il numero 051 442094 e concordare un appuntamento (assolutamente gratuito) nel corso del quale sarà illustrato compiutamente il percorso della donazione, fornendo chiarimenti e risposte a tutti gli eventuali dubbi in merito.


Scarica il PDF