QF-PCR


È un esame eseguito su DNA fetale estratto solitamente da liquido amniotico
  • Tale esame consente di individuare in tempi rapidi (due-tre giorni) alcune anomalie cromosomiche (trisomia 21, 13, 18, anomalie dei cromosomi sessuali)
  • È da ritenersi complementare rispetto alla determinazione del cariotipo standard e viene eseguito nei casi in cui è necessario ottenere una risposta in tempi molto brevi
Si esegue a margine di una diagnosi invasiva quale per lo più amniocentesi estraendo il DNA fetale dal tessuto di partenza
Permette di individuare in tempi rapidi le anomali cromosomiche più diffuse nei bimbi a nascita e che più correlano con l’età materna
Nessuno
I rischi sono quelli riconducibili alla metodica invasiva
La volontà di eseguire tale esame aggiuntivo va segnalata al momento del colloquio con la genetista in sedi di amniocentesi