Ambulatorio Patologie Infettive


  • L’ambulatorio dedicato a pazienti in gravidanza e non, nel caso in cui si sospetti o si abbia l’evidenza da esami eseguiti e/o da segni clinici presenti di infezioni dell’apparato riproduttivo
  • Nell’ambito di quest’ambulatorio possono essere svolte specifiche consulenze ed esami di laboratorio e/o strumentali
Questa prestazione è rivolta a pazienti con:
  • evidenza o sospetto di patologie infettive dell’apparato riproduttivo al di fuori della gravidanza
  • positivizzazione ad agenti infettivi nel corso della gravidanza (toxoplasma, rosolia, citomegalovirus)
  • Infezioni già note materne (epatiti, HIV)
  • Riscontro di anomalie fetali riconducibili a malattie infettive
Alcuni agenti eziologici, possono provocare anomalie fetali, in alcuni casi anche letali. In Italia sono pochi i centri capaci di inquadrare e gestire casi di gravidanze complicate da malattie infettive. Il corretto inquadramento clinico e diagnostico, l'adeguato counseling e l'eventuale trattamento di alcune patologie infettive, anche al di fuori della gravidanza, sono di fondamentale importanza per il benessere della donna.
La prestazione comprende, in caso di gravidanza:
  • Consulenza infettivologica
  • Prelievo di sangue periferico nella donna per chiarire il quadro infettivo (IgM, IgG, Avidity, PCR) e laddove indicato programmazione di un’amniocentesi per la valutazione dell’eventuale infezione sul feto
Nel caso di patologie infettive al di fuori della gravidanza:
  • Visita ginecologica
  • Esecuzioni di eventuali esami diagnostici e/o di laboratorio
Definire al meglio i potenziali rischi e/o condizioni materne ed eventualmente fetali, se in gravidanza
Nessuno
Non vi sono rischi per la paziente né nella fase di consulenza né di diagnosi sierologica. Nell’eventualità di un’infezione in corso di gravidanza e nel caso vi sia la necessità di valutare l’eventuale trasmissione al feto della patologia infettiva, l’unico rischio da riportare è quello dell’amniocentesi (all’incirca 0,3%)
È consigliabile soprattutto in corso di gravidanza eseguire il prima possibile gli esami infettivologici previsti in modo da poter programmare con calma eventuali ulteriori accertamenti per la delineazione del caso