30-33 settimane

Ecografia ostetrica del 3° trimestre (accrescimento)
Si tratta di un’ecografia eseguita nel terzo trimestre di gravidanza, con numerose finalità
La più importante è probabilmente la valutazione dell'accrescimento fetale. Normali dimensioni fetali e normale Doppler utero-placentare nell'intervallo compreso tra 28 e 34 settimane riducono grandemente anche se non eliminano del tutto il rischio di una restrizione della crescita endouterina. Questa ecografia viene eseguita per monitorare il benessere del feto ed il suo sviluppo, il volume di liquido amniotico e la localizzazione della placenta, ma anche per la corretta formazione degli organi precedentemente indagati con l’ecografia morfologica del secondo trimestre
Si esegue posando una sonda sull'addome della madre dopo averlo cosparso di gel. Per completare l'esame può essere utile eseguire anche una ecografia interna, per via transvaginale. L'esame è sempre eseguito con una apparecchiatura dotata di visualizzazione tridimensionale 3D e 4D. Viene programmata di solito fra le 30 e le 34 settimane, ma il momento ideale in cui eseguirla viene stabilito, caso per caso, dal ginecologo curante o da chi ha eseguito l’ecografia morfologica nel secondo trimestre. In alcuni casi (presenza di fattori di rischio particolari) sono necessarie più ecografie nel terzo trimestre
Con una ecografia di II livello, come quella eseguita in questo Centro, è possibile escludere alcune malformazioni che non è possibile indagare con i controlli ecografici eseguiti in precedenza e individuare eventuali anomalie dell’accrescimento del feto che richiedano un monitoraggio più stretto della gravidanza
Non è mai possibile escludere la totalità delle malformazioni (alcune di queste non possono essere dimostrate dagli ultrasuoni, altre non sono dimostrabili a quest’epoca)
Nessuno. L'ecografia è innocua per il feto