11-13 settimane

Villocentesi
E’ possibile eseguire contestualmente i seguenti esami aggiuntivi:
Prenatal BoBs
CGH-Array

La villocentesi è un prelievo di tessuto placentare - villi coriali - per la determinazione del cariotipo fetale
È consigliabile, se la coppia è ad alto rischio per condizioni cromosomiche/genetiche (figli precedenti o familiari affetti, età materna avanzata) o se il feto dopo ecografia genetica + bi-test o dopo Test del DNA fetale su sangue materno è stato giudicato positivo/ad alto rischio per una delle condizioni prese in esame dallo screening. Si esegue tra la 11a e la 13a settimana di gravidanza.
Consiste in una puntura eseguita per via transaddominale materna sotto guida ecografica. La sensazione percepita è simile a quella di una iniezione intramuscolare
Il vantaggio principale dell’esecuzione della villocentesi consiste nell’epoca di gravidanza precoce in cui viene effettuata con conseguente possibilità di identificare molto presto anomalie per lo più cromosomiche anche importanti in termini di ricaduta nella gestione della gravidanza stessa
Esistono problemi di particolare complessità legati alle gravidanze multiple; in questi casi, oltre ad essere di solito necessario eseguire più di una puntura, esiste anche un minimo rischio che non si possa prelevare materiale da entrambi i feti e/o che si prelevi per errore materiale da un feto soltanto
  • Nella visione tradizionale la villocentesi è associata ad un piccolo aumento del rischio di perdita della gravidanza, ma gli studi più recenti non dimostrano una differenza significativa nel numero di aborti rispetto alla popolazione generale. È probabile quindi che l’esame sia privo di rischi o che comunque questi siano troppo piccoli per essere misurabili. (Akolekar et al: Ultrasound Obstet Gynecol. 2015 45:16- 26; Wulff et al: Ultrasound Obstet Gynecol. 2016 47:38-44)
  • L’esperienza dell’operatore che esegue l’esame è comunque fondamentale ed è determinante nelle gravidanze gemellari e plurigemine, nelle quali il prelievo è particolarmente complesso. In questi casi è in effetti necessario essere certi di ottenere campioni da tutti i feti e in seguito riconoscere da quali feti i campioni sono stati ottenuti
  • I ginecologi che lavorano presso il GynePro hanno tutti una esperienza pluridecennale, eseguono oltre un migliaio di procedure ogni anno, ed hanno una particolare familiarità con le gravidanze gemellari
Dopo l'esame viene richiesto riposo a letto per il giorno stesso dell’esame e per il giorno successivo, quindi un po’ di attenzione per un paio di giorni