PMA Eterologa maschile

Come si utilizza la banca del seme

Cosa sono

Tecniche di PMA che utilizzano spermatozoi di donatore per ottenere una gravidanza in casi di severi disturbi riproduttivi maschili

Indicazioni

  • >Assenza di spermatozoi nell’eiaculato (azoospermia), non responsiva a trattamenti medici o chirurgici
  • Presenza di spermatozoi scarsi o funzionalmente inadeguati nell’eiaculato o nella biopsia testicolare (TeSE)
  • Ripetuti fallimenti nella fertilizzazione degli ovociti della partner femminile

Come si esegue

Gli spermatozoi di donatore possono essere utilizzati per una PMA, sia di 1° che di 2° livello
  • 1°livello: la partner femminile si sottopone ad una stimolazione ormonale leggera (durata circa 2 settimane), seguita dall’inserimento degli spermatozoi donati nella cavità uterina
  • 2° livello: la partner femminile si sottopone ad una stimolazione ormonale più intensa (durata circa 2 settimane), seguita dal prelievo dei suoi ovociti dai follicoli che si sono formati. Gli ovociti vengono poi fertilizzati in laboratorio con gli spermatozoi donati ed incubati per portare alla formazione di embrioni che vengono poi trasferiti nella cavità uterina

Vantaggi

L’uso di spermatozoi donati permette di ripristinare la normale fertilità della coppia

Limiti

  • Per l’uso delle tecniche di 1°livello è necessario dimostrare la pervietà delle tube di Falloppio dell’utero della partner femminile
  • Così come nella PMA omologa, anche nella PMA eterologa maschile l’età della partner femminile è un parametro fondamentale per valutare le probabilità di successo

Rischi e/o complicazioni

Sono gli stessi delle procedure di PMA omologa di 1° e di 2° livello

Note

Tutti i donatori vengono sottoposti ad approfonditi controlli sanitari e genetici prima di essere considerati idonei alla donazione di seme