diagnosi-preimpianto

Diagnosi preimpianto: più chance alla vita

23/11/2019

La diagnosi genetica preimpianto è volta ad analizzare la salute dell’embrione.
Due gli obiettivi principali:

  • migliorare le possibilità di successo della PMA
  • diagnosticare eventuali patologie genetiche o anomalie cromosomiche dell’embrione prima del suo trasferimento in utero.

I test genetici preimpianto sono analisi sempre più richieste, in combinazione con le metodiche di fecondazione assistita.
Ne parliamo con il dottor Lodovico Parmegiani, Direttore del Laboratorio PMA della Clinica GynePro e Head of Embriology di NextClinics Italia.

Screening e diagnosi preimpianto: a cosa servono?

I test genetici pre-impianto vengono effettuati su embrioni ottenuti in vitro. L’analisi del DNA consente di individuare anomalie genetiche o cromosomiche degli embrioni. Quelli privi di alterazioni vengono trasferiti alla madre.
Si distinguono due tipologie di test:

  • Lo screening preimpianto consente di riconoscere anomalie cromosomiche. Aiuta a selezionare gli embrioni che più probabilmente permetteranno alla donna di diventare madre, distinguendoli da quelli che probabilmente non si impianteranno o porteranno aborti.
  • La diagnosi preimpianto consente di identificare possibili patologie genetiche ereditarie dell’embrione prima del trasferimento nell'utero.

Diagnosi preimpianto: per chi è indicata?

La diagnosi preimpianto, oltre a dare informazioni sull’embrione, può essere utile per tutte le coppie che vogliano ottimizzare i risultati della PMA. In particolare, è indicata per i partner con performance riproduttiva ridotta a causa di ripetuti fallimenti di impianto e/o aborti, e/o età materna avanzata.
La diagnosi preimpianto, inoltre, è indicata per coppie con elevato rischio riproduttivo causato dalla presenza di malattie genetiche o da alterazioni cromosomiche in uno o in entrambi i partner.

Perché fare i test genetici preimpianto?

Lo scopo primario dei test genetici preimpianto è quello di dare le migliori chance possibili alla vita che verrà. Mirano a ottimizzare i risultati della PMA, consentendo di:

  • incrementare il tasso di impianto e gravidanza, indipendentemente dall’età della donna
  • ridurre il tasso di aborto
  • minimizzare le gravidanze gemellari.

Inoltre, grazie alla diagnosi preimpianto, è possibile evitare il trasferimento in utero di un embrione portatore di patologie genetiche o cromosomiche ereditarie.
Screening e diagnosi preimpianto possono essere combinati. Va sottolineato che non sostituiscono le tecniche di diagnosi prenatale quali l’analisi del DNA fetale nel sangue materno, la villocentesi o l’amniocentesi.

GynePro is member of Next-Clinics.



Richiesta Informazioni/Appuntamento

Captcha image

Autorizzo al trattamento dei miei dati ai sensi dell'art. 7 del GDPR (Reg. EU 679/2016). Leggi la nostra privacy policy.


Autorizzo al trattamento dei miei dati ai sensi dell'art. 7 comma 2 del GDPR (Reg. EU 679/2016) ai fini di comunicazioni commerciali. Leggi la nostra privacy policy.

Il messaggio è stato inviato correttamente