14-16 settimane

Ecografia morfologica precoce

Cos'è

Si tratta di un esame che studia dettagliatamente gli organi del feto, per determinarne la corretta formazione e per riconoscere o escludere una buona quota di malformazioni fetali (difetti fisici). Consente inoltre di indagare la presenza di markers associati alla trisomia 21,13 e 18 e di rivalutare il rischio ottenuto in precedenza con il test combinato

Indicazioni

È particolarmente indicata nelle gravidanze con specifici fattori di rischio (ad esempio pazienti che hanno già avuto figli con difetti congeniti, oppure casi con traslucenza nucale aumentata a 11-13 settimane) ma può essere utile in qualsiasi gravidanza per una diagnosi precoce delle principali malformazioni

Come si esegue

Deve essere eseguita dopo la 14a settimana (in genere tra 14 e 16 settimane), posando una sonda sull'addome della madre dopo averlo cosparso di gel. Per completare l'esame può essere utile a volte eseguire anche una ecografia interna, per via transvaginale. L'esame è sempre eseguito con una apparecchiatura dotata di visualizzazione tridimensionale (3D e 4D). L'ecografia morfologica precoce è un esame molto dettagliato dell’anatomia fetale eseguito da un operatore esperto con una strumentazione all'avanguardia

Vantaggi

Una indagine dettagliata, come quella eseguita in questo centro, permette di riconoscere il 50-70% delle malformazioni, il 50-70% dei casi di trisomia 21 e il 70-90% dei casi di trisomia 13 e 18

Limiti

L’ecografia morfologica precoce deve essere completata da una valutazione dell’anatomia fetale eseguita a 19-21 settimane nel corso di un’ecografia morfologica. Nonostante questo tipo di ecografia consenta di indagare la presenza di segni ecografici associati alle principali trisomie, questa non può escludere con certezza assoluta la presenza di una anomalia dei cromosomi

Rischi

Nessuno. L'ecografia è innocua per il feto e per la madre